Seleziona una pagina

Colonna Vertebrale
Trattamento specialistico del rachide cervicale (terapia manuale, rieducazione, rinforzo, stabilizzazione…)
Trattamento degli esiti del trauma da decelerazione (colpo di frusta) con attenzione agli aspetti bio-psico-sociali, prevenzione della cronicizzazione, considerazione degli aspetti cognitivo-comportamentali per quanto attinente al campo di pratica.
Trattamento della lombalgia e lombosciatalgia, del paziente affetto da protrusione discale, instabilità, disfunzionamenti (trazione lombare, trazione cervicale, etc…)
Trattamento delle dorsalgie e delle rigidità del dorso (gestione conservativa e riabilitativa)

Complesso cranio-cervico-mandibolare
No mobilizzazione della TMJ. Riequilibrio funzionale, esercizi terapeutici. Esclusivamente in collaborazione con lo specialista gnatologo (se disponibile) o l’odontoiatra ed esclusivamente dopo diagnosi tramite studio RM.

Spalla
sindrome da conflitto subacromiale
esiti di rottura della cuffia dei rotatori
trattamento riabilitativo conservativo
gestione conservativa dell’instabilità della spalla
riabilitazione post-chirurgica
esiti fratture di spalla (clavicola, scapola, omero, tuberosità)
esiti artroplastica scapolo-omerale (protesi, protesi inversa)
rigidità di spalla e capsulite adesiva
riabilitazione in esiti lesione articolazione acromion-clavicolare
sindromi discinetiche
(…)

Gomito
Riabilitazione negli esiti di fratture (di omero, olecrano, capitello radiale, sovracondilare…)
Riabilitazione del gomito instabile in esiti lesione del legamento collaterale mediale
Epicondilite o gomito del tennista
Epitrocleite o gomito del golfista
(…)

Polso e mano
Riabilitazione esiti di fratture (per es. scafoide, epifisi distale radio…)
Esiti riparazione lesioni tendinee (flessori, estensori..)
Trattamento riabilitativo della sindrome del tunnel carpale
(…)

Anca
Gestione del paziente con dolore all’anca associato ad artrosi o a disfunzionamenti
Riabilitazione post-chirurgica in esiti artroprotesi d’anca (trattamento pre-operatorio e post-chirurgico)
(…)

Ginocchio
Trattamento riabilitativo negli esiti di lesione e riparazione legamenti (crociato anteriore, posteriore, collaterale mediale)
Trattamento riabilitativo in caso di lesione e riparazione dei menischi
Riabilitazione in esiti di fratture
Riabilitazione in artroprotesi di ginocchio (completa, monocompartimentale…)
Riabilitazione nella sindrome femoro-rotulea
Trattamento conservativo e contro il dolore nell’artrosi di ginocchio
Trattamento dell’ipomobilità (trazione e mobilizzazione) e di converso, dell’instabilità (esercizi propriocettivi, riequlibrio..)
(…)

Piede e caviglia
Riabilitazione in caso di distorsione di piede e caviglia
Riabilitazione post-chirurgica in riparazione dei legamenti
Terapia manuale nei casi di tendinosi del tendine d’Achille
Trattamento riabilitativo nella fascite plantare
Metatarsalgie, inquadramento, gestione
Alluce rigido
Riabilitazione propriocettiva
(…)

Sport
Riabilitazione in caso di lesione muscolare o tendinea
Tutta la parte preventiva nelle diverse discipline (per es. lombalgia del golfista, spalla del giocatore di pallavolo o del nuotatore etc…)
(…)

Diabete
Riabilitazione di alcune complicanze paziente diabetico (solo se è possibile l’interazione con il chirurgo-vascolare, angiologo e diabetologo) tramite la riabilitazione vascolare
(…)

Vascolare-linfatico
Insufficienza venosa: Rieducazione vascolare, istruzione ad un piano di allenamento/esercizi terapeutici associati a posture specifiche
Massaggio venoso, educazione
Edemi linfatici: Drenaggio linfatico manuale, linfo-taping
(…)

Riabilitazione vestibolare e dei disordini dell’equilibrio
Paziente con disturbi vestibolari (habitual training – training di abituamento)
Paziente con pseudo-vertigine (instabilità) associata a disordini associati a disfunzionamenti del rachide cervicale e ATM: nei casi in cui è indicata appunto la terapia manuale.
(…)

Riabilitazione urologica e ginecologica
In collaborazione con lo specialista urologo o il ginecologo
Tramite biofeedback, esercizi riabilitativi ed elettroterapia (*biofeedback ed elettroterapia ovviamente solo nei centri autorizzati all’utilizzo di tale strumentazione..)
Riabilitazione esiti di prostatectomia (biofeedback, elettroterapia, kinesiterapia)*
Riabilitazione ginecologica dell’incontinenza urinaria  (tramite biofeedback, elettroterapia, kinesiterapia)*
Preparazione al parto (comprende ginnastica posturale, esercizi perineali, Kegel e altri)
Preparazione fisica pre-chirurgica (comprende 1 applicazione di biofeedback, 1 di elettroterapia, 1 di kinesiterapia)*
Riabilitazione avanzata del dolore pelvico anche post-partum (è costituita da sedute di esercizi terapeutici ed eventualmente terapia manuale)
Riabilitazione della lombalgia post-partum (idem)
(…)

Metodi di terapia manuale
Metodo Mc KENZIE per lombalgia (da disfunzione meccanica, ernia discale, radicolare)
Rieducazione Posturale Globale (RPG)
Concetto IMTA Maitland
Terapia manuale secondo Kaltenborn-Evjenth (OMT)
Kinesiotaping
Bendaggio funzionale
(…)

Terapie fisiche
Tutte le terapie fisiche, in base alle disponibilità presso la struttura !
(…)

Portfolio generale delle competenze
Simone Patuzzo esercita in modo inter-disciplinare con gli altri professionisti sanitari.
Raccolta anamnestica, ispezione, esame funzionale, diagnosi differenziale, interpretazione di esami strumentali e per bioimmagini, ragionamento clinico, progettazione del percorso di cura in riferimento a linee guida ed evidenze scientifiche, costruzione di un progetto terapeutico .
Utilizzo delle tecniche di terapia manuale e riabilitativa più idonee per lo specifico paziente
Capacità di porre indicazioni e limiti del trattamento con la terapia manuale e riabilitativa per una data patologia e attivare collaborazioni interdisciplinari con altri specialisti
Esecuzione corretta delle tecniche mobilizzative e manipolative del rachide e degli arti secondo i principi delle scuole più importanti
Capacità di impostare, coordinare e condurre lavori sperimentali e di ricerca clinica
Elevato standard di abilità manuali/manovre valutative e terapeutiche artromuscolari
Capacità di scegliere in modo critico, quale risultato di un processo di integrazione dell’esperienza clinica personale con la miglior evidenza scientifica disponibile, sulla base dei principi dell’Evidence Based Medicine, le procedure valutative e terapeutiche più idonee per lo specifico paziente
In grado di mirare il suo intervento al recupero delle abilità della persona del paziente affetto da disordini muscolo-scheletrici, formulando un piano terapeutico sulla base del profilo prognostico di salute, redatto secondo i principi dell’IFOMT